Quando il coniuge guadagna più del 40% dello stipendio della casa, gli uomini iniziano a preoccuparsi! 💚 Commenti


I matrimoni di maggior successo sono senza dubbio quelli basati sul lavoro di squadra. Ma sembra che la rispettiva quota del contributo finanziario di ciascuno sia significativa.

nel caso di coppie eterosessuali, gli uomini sono più felici quando entrambi i partner contribuiscono al piatto comune – ma preferiscono di gran lunga essere il principale capofamiglia.

Se il loro livello di stress è elevato quando sono l'unico capofamiglia in famiglia, sembrano rilassarsi quando il coniuge guadagna fino al 40 percento del reddito familiare.

Ma gli indici di sofferenza aumentano quando il reddito della moglie supera questa soglia. E la cosa più stressante per loro è la situazione in cui si trovano in una situazione di totale dipendenza finanziaria dal coniuge.

Questi risultati si basano su oltre 6.000 coppie eterosessuali sposate o che vivono insieme negli Stati Uniti, per un periodo di 15 anni. Il grado di angoscia viene calcolato sulla base di sentimenti di tristezza, nervosismo, agitazione, disperazione, inutilità o impressione che le loro vite quotidiane siano pesanti.

Gli uomini che sono l'unico capofamiglia sono relativamente infelici, ma meno stressati di quelli il cui partner è il capofamiglia principale. Entrambi questi scenari sono negativi per la salute mentale degli uomini.

L'eccezione a questa regola è nel caso in cui gli uomini siano contorti con la piena conoscenza di una donna ad alto reddito. Questi uomini non sembrano soffrire di un alto livello di sofferenza psicologica quando i loro partner guadagnano più di loro. Non scegliamo un partner per caso, quindi se la donna guadagnava di più prima del matrimonio, il divario retributivo era evidente. Forse è stata anche una delle motivazioni a concretizzare la relazione.

Equilibrio di potere

Esistono diversi motivi per cui gli uomini che guadagnano meno del coniuge soffrono di stress psicologico.

Quando un coniuge guadagna molto più dell'altro, questo può creare uno squilibrio all'interno della coppia. Se, ad esempio, la relazione si deteriora in modo significativo, la possibilità di un divorzio o di una separazione può rendere insicuro chi guadagna di meno. Questa sensazione è più forte se la coppia non è sposata, forse perché il.

Anche se la rottura non è prevista, l'equilibrio di potere è sbilanciato quando i soldi della coppia provengono principalmente da uno dei due partner. Ciò è particolarmente evidente se i coniugi hanno una prospettiva diversa su ciò che conta per la famiglia, quanto risparmiare, come spendere e per cosa e su importanti piani e decisioni a lungo termine.

Norme di genere tradizionali

Un'altra teoria si basa sulla lunga storia di norme psicologiche e culturali che si applicano al genere. Il concetto sociale del fornitore maschile esiste da molto tempo.

Per generazioni e in molte culture, ci si aspettava che l'uomo fosse la principale fonte di reddito e la virilità è stata fortemente associata ad essa. Di fronte all'inversione del ruolo, gli uomini hanno maggiori probabilità di soffrire di un alto livello di sofferenza psicologica.

Ma la realtà è che il mondo sta cambiando. Negli Stati Uniti, la percentuale di donne che guadagna più dei loro mariti. Nel 1980 aveva il 13 percento. Nel 2000, questa cifra è quasi raddoppiata al 25 percento e nel 2017 è del 31 percento. Questa è una tendenza duratura che è stata anche, tra gli altri.

Lo stress del fornitore unico

In media, i soggetti del mio studio hanno riferito che il livello più basso di sofferenza psicologica era nell'area in cui il coniuge non guadagnava più del 40 percento del reddito familiare.

Ma quando gli uomini sono l'unico sostegno finanziario della famiglia, c'è un prezzo da pagare dal punto di vista psicologico. Anche se le norme sociali incoraggiano questo modello, il peso che poggia sulle loro spalle come unico mezzo di sostentamento della famiglia porta la sua parte di responsabilità e vincoli e, di conseguenza, può provocare importanti stati di ansia e di angoscia. .

grafico:

Variazione nella percezione dello stress: angoscia psicologica dell'uomo (modello 1); angoscia psicologica del modello maschile 2 – reddito relativo del coniuge; intervistato di sesso maschile intervistato di sesso maschile.
Joanna Syrda, Autore fornito

E se c'è stato un profilo emergente della donna capofamiglia e delle sue conseguenze, poca attenzione è stata prestata alle barriere psicologiche affrontate dagli uomini in questa situazione.

La mancanza di ricerca in questo settore può essere sintomatica della forza della tradizione. La ricerca sulla salute tende in genere a concentrarsi su ciò che è nuovo piuttosto che sulle norme sociali tradizionali.

sono in gran parte ostili a un contesto in cui la donna guadagna più di suo marito. Con l'aumentare del loro numero, vedremo sicuramente un adattamento delle percezioni sociali convenzionali che rendono l'uomo il fornitore della famiglia.

(Non perdere nessuno dei nostri articoli scritti dai nostri esperti accademici. . )